_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

8 settembre 2008

CAPITOLO PRIMO

In cui il mio amico immaginario si immerge guardingo nella frenesia dell’esistenza, per niente contento dei tempi e dei luoghi in cui gli tocca vivere. Bella apertura, per autoproclamazione di squilibrio. Vorrei avere uno psicanalista per dire tutto quello che mi passa per la testa, comprese spigolose parolacce con le vocali aspirate, ma di questi tempi preferisco un blog.
Forse è presto, troppo presto per farlo. Non lo so.
Questo è un nuovo blog. Ho appena traslocato ed è un po' tutto soqquadro: colori, immagini, ma soprattutto contenuti, contenuti nel barattolo della materia grigia. Sarà soggetto a metereopatia congenita, ossessività compulsiva, compulsività ossessiva, rumori molesti ed odori sgradevoli. Il blogger ha già avuto altre esperienze eclettiche, ma avvertiva la necessità di cambiare. La nomea del precedente, benchè mi appartenesse, mi andava stretta. Molto meglio quella che verrà.
Grazie di cuore a chi mi ha seguito in quel del precedente. Io sono così, ho bisogno di cambiare. A volte.
E il Lupus in Fabula perse il pelo ma non smise d'essere vizioso. Ed io di vizi ne ho da vendere. Faccio un buon prezzo.

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Si sentiva la tua mancanza..
Bentornato.


seize.

Soroll ha detto...

Bentornatissimo, caro Squilibrato ex-Etilogico, mi riempie di gaudio aver ritrovato una mente illuminata come la tua a fare un po' di luce abbagliante nell'autostrada della mia sofferenza interiore. Sarà dunque il primo blog a spandere odori, questo?
Ah, a quanto mi fai il vizio di non avere vizi?

Anonimo ha detto...

Eccolo il nostro lucidissimo amico, che mi ha impensierita, nel la sparizione, vivachisisia, temporanea!
Sono davvero felice di riaverti, perchè ti ho avuto, se è nato frutto, lo riconoscerò come nostro e non rinnegherò l'amore per chi si fregia di vizi.
Io sono l'ozio e come tale, li rappresento tutti.
Grazie per il tuo ritorno.Ti leggerò con un pizzico di squilibrio in più.
danis

bello_é_impossibile ha detto...

Non era tanto la blogosfera che ti mancava, quanto eri tu a mancare al gioioso mondo dei blogger.
Sono molto contento di questo tuo ritorno, anche se per farti desiderare ancora e rivestire con un alone di leggenda la tua persona e la tua nomea del precedente, forse avresti dovuto attendere ancora un po'.
Per adesso ti riabbraccio virtualmente, nell'attesa di offrirti una birra dal vivo, anche perchè da morto non mi sembrerebbe altrettanto invitante.
Bentornato, continua a seguirci, anche sul forum. Stiamo organizzando la Seconda giornata Mondiale dell'Orgoglio brutto. anche quest'anno ci darai una mano a promuoverla?

Discorius Minotaur ha detto...

bentornato :))))))

Soroll ha detto...

Ma quello della foto sei tu?

bello_é_impossibile ha detto...

Si è lui, quello a destra però.

Squilibrato ha detto...

Si sentiva la mia mancanza, vero? Ci crederei solamente sotto tortura.

Comunque è bello rivedervi tutti qui riuniti, ancora una volta, cari malati mentali. Perchè se continuerete a seguire questo blog, un tantino squilibrati lo siete pure voi. E questo mi consola. (sospiro di sollievo, alitata da fondere lo schermo del personal computer)
Se non siete squilibrati, vi auguro presto d'esserlo, così, magari, ci possiamo comprendere. Quindi un benvenuto a voi.

Sono ansioso di sapere quando sarà la "Seconda giornata Mondiale Dell'Orgoglio Brutto" e garantisco che contribuirò nuovamente per promuoverla, con pubblicità occulte e messaggi subliminali come mio solito. Non conosco altro mezzo.

Cara oziosa, sono felice di leggerti ancora... o forse mi allieta di più che sia tu a leggermi, per la profonda stima che nutro. Ineguagliabile, come sempre.

Risposte alle domande di Soroll.
Alla prima: non lo so, ma non appena la rete internet lo consentirà, questo sarà uno dei primi. Non osarti ad immaginare.
Alle seconda: quello mi manca, altrimenti che vizi avrei da vendere? Chiedo comunque ad amici e conoscenti se riescono a reperirlo.
Alla terza: si.

Bello è Impossibile: che sia quello di destra o quello di sinistra non fa differenza: la faccia da culo c'è.

AhAhAhAhAhAhAhAhAhAh

Passo e chiudo.