_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

22 settembre 2009

TRALICCI SINAPTICI

Si, lo so, ho vissuto altre volte il momento cronologico in cui ricordo di averlo già vissuto altre volte, eccetera, eccetera, nei secoli dei secoli. Amen. La frase si sfracella nel mezzo e il momento cronologico si presenta come una tela, ragna, in cristalli liquidi. Magari mi sfugge qualcosa, ma mi pare bizzarro mantenersi selettivamente concentrati su uno stimolo limitatamente astratto e perfetto solo nei limiti come la realtà. C’è qualcosa di oscuro dove si fa luminosa la realtà.

50 commenti:

Darksecretinside ha detto...

Io confermo che a me...tanto Squily non mi sembri...

E forse " C’è qualcosa di oscuro dove si fa luminosa QUESTA AFFERMAZIONE, questa realtà."

ღ Sara ღ ha detto...

Che bella l'ultima frase, Squily

Ehi ti ricordi ancora di me? xD Sono passata per un salutino ! un bacio e buona giornata

alessandra ingrid ha detto...

Ciao Equilibrato,

anche se sovente non capisco quello che leggo mi attira , m'incuriosisce ,lo annuso, lo provo.. insomma : ti leggo, ti seguo ..forse perché mi piace ..

La sensazione di aver già vissuto qualcosa è ricorrente,ma la ignoro..tanto a che servirebbe soffermarsi su una sensazione sterile? Conta quella luce..la luce dell'adesso e del tangibile.

Buona giornata..opps..un lapsus iniziale..Buona giornata caro Squilibrato ;-)

ashasysley ha detto...

Sono sicura che se le persone sono portate a rivivere le stesse esperienze ho hanno dei deja vù ci sia qualcosa di più profondo da analizzare. E' come se gli venga data una seconda possibilità di qualcosa. E è sicuramente limitante limitarsi a pensare all'evento in se per se e non riuscire a muoversi non nel pensiero dell'evento, bensì dentro di esso.
Ce la farai sono sicura e muoverti in mezzo alla realtà e a seguire quella luce che ora è oscurata dal pensiero della riproposizione momentanea dell'istante.
Ce la faremo. Indubbiamente.

AGUASANTA ha detto...

SI,SEMPRE DOVE STA LA LUCE ANCHE CONVIVE LA OSCURITÁ,PER ME E UN EQUITIBRIO NECESSARIO,APLICATO A LA VITA,AL GIORNO A GIORNO E NOI,MA SEMPRE SI RITORNA A LA LUCE CHE E DOVE STIAMO IN PACE.
(NO STO SICURA DI SPIEGARMI BENE CON EL MIO ITALIANO JE...
P.D NEL MIO BLOG CHE UNA CANZONE DI MECANO IN ITALIANO,CHE ANCHE LA HO MESSO IN ITALIANO PER MI AMICI BLGGUERS DI ITALIA :) CLICA A LA FLECHINA,CREDO CHE TI PUO PIACERE..UN BACINO).

Anonimo ha detto...

Il 22 settembre.
Alle 2.22. Ovviamente, di notte.
A quanto pare, non ti smentisci mai.

NERO_CATRAME ha detto...

Quale miglior rappresentazione che non risalire sopra quel palco,che tanto ci piace,dopo la prima,per far rivivere la nostra interpretazione,mentre nel buio seduto su una panca,un noi stessi ci guarda e pensa ma io questa cosa l'ho già vista,l'ho già vissuta.E dal buio punta la luce sull'alluce che tiene in mano e la fa girare sino alla testa.Perchè comunque ogni istante vissuto che ricordiamo e quello che non capiamo di come abbiamo fatto a viverlo,rimane dentro di noi.Mollando l'alluce ne esce un applauso,anche coi piedi.

Cartello:Non sparate sul pianista.
Al limite sputate.

Laura S. ha detto...

Non c'è nulla di più oscuro della luminosa realtà, credo. (Realtà amara.)
Comunque continuo a sostenere la mia fungina teoria, sul tuo conto...
XD
Adieu!

Ukiyo ha detto...

deja-vù o rendez-vous che siano,credo che davvero,se fossero ancora più frequenti.ci farebbero andare in panne il cervello.
sarebbe un vero dramma,
non riusciremmo più a tenere i piedi saldati al suolo,perderemmo il contatto della realtà..
la realtà è uun tema poi molto complesso..
proprio ieri ho avuto il test d'ingresso basato sulla realtà,per proggettazione,e devo dire che c'ho sguizzato dentro..
poche parole che sanno esprimere verament tanto..
e come al solito sei eccezzionale!

p.s.il vecchio stampo,non ce l'ho per l'età,ma per le mie idee..sinceramente troppo avanti per questi pochissimi 16 anni,ma d'altronde essendo cresciuta fra persone grandi,sono stata avviata ad un approccio diverso col mondo..
e ne sono contenta..

Anonimo ha detto...

Dai pure la colpa alla realtà.

;)

Lindalov ha detto...

L'ultima frase suona male.
:-)

dark0 ha detto...

"C’è qualcosa di oscuro dove si fa luminosa la realtà."

grazie, sono parole che insegnano tanto.

Rigenerato ha detto...

Preoccupanti e tremolanti segni di equilibrio, mi diventi inquietantemente caldo, di già che ti affacci sulal strada, fai anche la convergenza ^^

mistral ha detto...

a me dispiace un sacco per 'sta frase che si sfracella.. non riesco a togliermi dalla mente che per aarivare a tanto dev'esser caduta da molto in alto.. madonna, squil.. ma non ci potevi mettere una buona parola tu col blog e chiedergli di farla semplicemente inciampare.. finisce che me la sogno così.. e una frase sfracellata non dev'essere esattamente un bel vedere..

davide idee ha detto...

Bè, a me piace vivere d'astratto, non sono un raziocinante eh.
Ma non sopporto chi non è mai concreto, chi non è in grado di centrare il punto. Ad ogni modo diciamo che riesco a mettere fantasia o comunque ad estraniarmi nella vita di tutti i giorni. Anche tu lo fai. E questo è l'importante.

[il mio prossimo post parlerà di questo, forse]

ciao

Vale ha detto...

Il déjà-vu è uno strano fenomeno.
Inquietante. Abbiamo conservato ricordi di una vecchia esistenza, o possiamo viaggiare nel tempo?

Tintarella di... Luna ha detto...

Dejavù carissimo!!!Mi stai diventando un poeta...mamma mia!!!
P.S.
Ma scrivi sempre in certi orari improponibili?A volte vorrei sapere che fai nella vita.... :D

Giù_di_Garland ha detto...

Mi ci sono adoperato. Sbattuto. Impegnato - seriamente. Ma non ho proprio capito che cippa voleva dire 'sto sproloquio. Per scrivere qualcosa di appassionante non è strettamente necessario usare paroloni a nastro. Scusa, ma ti chiedo di rifletterci e di valutare onestamente se a chiunque non alberghi nella tua testa quel che hai scritto può comunicare qualcosa di senso compiuto. E, per favore, cerca di limitare i luoghi comuni a non più di un episodio per post - almeno.

(Sempre) Giù_di_Garland ha detto...

"C’è qualcosa di oscuro dove si fa luminosa la realtà."

grazie, sono parole che insegnano tanto.

E' vero. Anche "il tenero sotto la scorza dura" e "la tenacia dell'arrendevolezza" - ad esempio.

Follementepazza ha detto...

la tela ragna...la vorrei proprio vedere...all'oscurità dove si fà luminosa la realtà...
(si vede che nn sapevo che scrivere :P)
ciau

Morgana ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Morgana ha detto...

...come l'oscurità dell'uomo è la forma della sua luce...
Incantata.

Anonimo ha detto...

'zzo ma checcazz e' success??
passo di qui dopo un po' e non riconosco piu' l'autore!!!
forse son pazza, che' l'autore forse non l'ho mai conosciuto
strano
ciao
ps: sig. Autore, so che sono anonima, ma se torni per me e' meglio
ciao

naimablu ha detto...

aspetta, aspetta...aldilà dell'interessantissimo ed intricatissimo post...22.22, il 22...cosa c'entrano i numeri???E qui ESIGO una risposta, decidi tu dove darmela :)))) [i numeretti sono la mia passione]

Ormoled ha detto...

Bisogna fuggire dal momento del pensiero concentrandosi su quello che devi fare. Anche se il trovarsi a fare qualcosa che credi di aver già fatto è una grossa opportunità. Il tuo deja vu ti da anche un aspettativa (positiva o negativa che sia) il fatto che ti si ripresenti una situazione ti da la possibilità di migliorare quello che il deja vu ti ripropone. È quasi una magia che non può essere sprecata in una vita che non lascia spazio ai rimpianti.
Ciao.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Forse a volte abbiamo davvero sprazzi e rigurgiti di premonizioni? Chissà se davvero questi deja vu

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Chissà se sono davvero flash del nostro futuro... Questo volevo scrivere prima di pubblicare per errore il commento prima...

Roberta ha detto...

Il tempo non è cronologia. E' viversi, riviversi, arrotolarsi, ripercorrersi, immaginare, andare venire e tornare. e in tutto questo noi talvolta dimentichiamo che per guardare a 360° dobbiamo girarci su noi stessi altrimenti la nostra visione sarà solo parziale. E in tutto questo ricordiamoci che siamo esserei umani! un bacione!

gre ha detto...

Tralasciando la tua passione per i 22 che qui viene accentuata.
Che dire? Rivivere momenti che si crede siano già vissuti può capitare. Perdersi nella realtà e poi scoprire che era solo un'illusione e viceversa.

Squilibrato ha detto...

Quanto viene scritto su questo blog è un'accozzaglia di termini che non pretende d'avere il carattere della chiarezza.

Ah, l'umanità, che costrizione!

Tornerò. Si, è una minaccia.

NERO_CATRAME ha detto...

Sei un mito.
Ah l'umanità che costrizione e pensare che sarebbe bello poter dire che costruzione.Ma l'intenzione di dare spiegazione con l'intuizione alla razionalizzazione,scivola sulla frizione e caro fratello B.C. sai che ti dico a frizione mollata?
Bruuuuuuuuuuum,bruuuuuum,ma ci sta anche un panino a chi arriva per primo?Pssssst te lo dico a bassa voce.Spettacolare salire su un autobus chiamato web per fare sightseeing sulla people che naviga.Poi là dall'alto sulla terrazza sai che facciamo a quelli sotto.Si lo sai.

Cartello:Vietato nuotare.
Mah.
Affogatevi!?!?!?!?

Roberta ha detto...

Alle tue parole "Quanto viene scritto su questo blog è un'accozzaglia di termini che non pretende d'avere il carattere della chiarezza.

Ah, l'umanità, che costrizione!

Tornerò. Si, è una minaccia." ti rispondo...Sei un Grande;-)

NERO_CATRAME ha detto...

Nella colonia sonora non poteva mancare un gruppo con un cantante con quel nome

http://www.youtube.com/watch?v=yK9IdHBNR5Q

Guernica ha detto...

A me pare che i tuoi ragioanmenti filino alla perfezione!
Ora sono due le cose:
-o siamo squilibrati entrambi;
-o non siamo squilibrati entrambi.
Fai tu!

-ELA- ha detto...

Ho sempre creduto di star per morire nel momento in cui ho avuto dei deja vu, ma ancora sono qui, non so perchè li ho sempre visti in questo modo, forse credo che mi ricorderei la mia morte avendola già vissuta, dato che spesso penso alla reincarnazione, dopo tutte le mie opinioni mentali, ti faccio i miei complimenti e mi scuso dato che sono scomparsa, ma ho avuto dei problemi di connessione, spero di risolvere presto! Ancora complimenti!

Squilibrato ha detto...

E poi, comunque, sono fuori di me. E mi vedo, per giunta. Sono al pc, che scrivo, ricurvo sulla tastiera, ricercatore delle parole che si nascondono fra i tasti.
Sono troppo stanco per continuare a stare in me. Ne riparliamo in un altro momento.

NERO_CATRAME ha detto...

Eheheheeh,siiiiii,costringersi in se stessi dura quasi una giornata e poi la voglia di uscire che già non ci abbandona,la notte diventa dovutamente obbligatoria.E' sempre quello spettatore del teatro che ci guarda ,quello che ci assomiglia,quello che siamo noi,quello a cui permettiamo di giudicarci,quello che ci ama e nel bene e nel male è sempre con noi a prescindere.Anche se sta fuori.

Cartello:prossima area di servizio 12kmEsso,13423567563908kmEgli.
Facciamo du passi?

ashasysley ha detto...

When you were here before
Couldn't look you in the eye
You're just like an angel
Your skin makes me cry
You float like a feather
In a beautiful world
And I wish I was special
You're so fuckin' special

[Creep RadioHead]

p.s. Verifica Parola "Likersi"

Rogy ha detto...

Bel blog!!

frufrupina ha detto...

Ciao Squily...dolce serata.

Divago ha detto...

Tra licci e lucci della luminosa realta'. Non avere accenti su questa tastiera.

Squilibrato ha detto...

C'è un buco nel soffitto?

Squilibrato ha detto...

Si, c'è un buco nel soffitto.

Anonimo ha detto...

Io ho un buco nel pavimento, sarai mica te quel cosino rannicchiato nell'angolo che si tira i capelli? O_o

una viandante dell'etere :)

MaryA ha detto...

L'ombra si nasconde sempre nella luce, del resto se vuoi trovare la luce vai alla luce del sole o nell'oscurità più profonda?

CiaO*°*°*

rita ha detto...

bha direbbero che certi flash fanno parte della memoria imprigionata nell'ippocampo dopo un sogno.pertanto sapere che siamo capaci di sognare è rincuorante

ashasysley ha detto...

"alleluja ..."
e giro su me stessa sgambettando con le mani legate dietro la schiena e il naso all'insù.
"alleluja ..."

Uno è lontano, uno è col nero della notte, uno è immerso nel suo fumo, uno è nell'alcool e nel mare, l'alto corre in moto, l'altro dorme con un gatto sulla pancia, uno è disperso nei suoi pensieri, uno è con una tastiera in mano.

E io giro su me stessa, con i polsi legati dietro la schiena, sgambettando col naso all'insù.

"Alleluja ..."

ashasysley ha detto...

Leeeeeeeeeeeeeeeeeento Eving Pint.

http://www.youtube.com/watch?v=I3M3X3RnjuM&feature=PlayList&p=9015EA53DC040B4A&index=11&playnext=12&playnext_from=PL

Meraviglioso. Così lo adoro.

Maia ha detto...

Hey... Succede anche a me sai?
Non mi pongo troppe domande :)
Ciao Ciao

SuicideBrokenDoll ha detto...

Ciao, sono capitata nel tuo blog, e mi ispira molto... mi inserisco tra i tuoi sostenitori. A presto!