_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

18 gennaio 2020

LETARGO RIFLETTERE


Avrei continuato a dormire, come si dorme in un tempio di apprendimento del carattere, acquisendo esperienza attraverso le lotte della vita, che tanto più è dura la lotta, tanto più velocemente il carattere dell'individuo può svilupparsi, per il sol gusto di continuare a dormire.

14 gennaio 2020

GAMMOPATIA


Mi scusi signore se ho calpestato il suo piede. Camminavo con la testa tra le nuvole, immaginando un mondo in cui lei non esiste. Se ciò non può giustificarmi, spero almeno possa spiegare la mia sbadataggine. Vorrei colpirla, signore, con tutta la mia forza incanalata in un pugno e fiondarla al suolo. Poi vorrei chinarmi su di lei e baciarla in fronte, signore. Vorrei tirarle fuori tutto il disgusto e la rabbia che prova verso di me e che nasconde tutti i giorni dietro la sua indifferenza patinata, signore. La sua e quella di tutti quelli come lei, signori. Se io non sto bene non le permetto di stare bene per il solo fatto di non stare non bene come me, signore. Io la ripugno, signore, e lei ripugna me. Lo so che le piacerebbe giudicarmi perchè la finestra della stanza in cui dormo è sempre chiusa. Perché apro la mia sdraio da spiaggia in mezzo alla stanza e fingo che la lampada sia il sole d'agosto, signore. Ci crede? Io penso a lei, ma penso anche a tante altre cose. Penso a come sarebbe il mondo senza di lei, e poi formulo altri pensieri edificanti e poi mi dimentico di aprire la finestra e poi mi addormento, signore. Non fugga, signore, non abbia paura di me. Io non potrei farle più male di quello che lei fa a se stesso, o quello che io faccio a me stesso. Se ora lei se ne va io resterò solo, signore, e lei smetterà nuovamente di esistere. Noi non vogliamo questo, vero signore?

28 novembre 2019

ENOFILIA


Ve ne state lì, a pensare a spezzare una fiocina a favore del ritorno del sole dietro le gocce che cadono incessanti, rozzi e dozzinali. Un bell'asteroide risolverebbe tutte le problematiche.

16 ottobre 2019

GRANULOSO MICROGRAMMA


C'è gente che non è più gente. Alla fine di tutto, saremo solo ciò che abbiamo fatto o anche quello che avremmo potuto fare? La verità non sa convivere con la leggerezza. Alla fine di tutto, saremo ciò che saremo alla fine di tutto. Che è quello che siamo stati all'inizio di tutto. L'individualità non è cumulativa. Solo il ricordo. Ma memoria e individualità sono due essenze sì correlate, ma separate. Fortunatamente. Così posso anche illudermi di aver passato passati che non ho mai passato e assumere atteggiamenti teatrali che non mi si addicono.

22 settembre 2019

FORIERO OSTINATO


Ventiduesimo post non a caso, se solo ci metteste attenzione. E dire che le cose più curiose accadono continuamente in natura e non attraggono per nulla la nostra attenzione. Non ci sembrano strane, sebbene non le comprendiamo, semplicemente perché siamo abituati a vederle ogni giorno. Le impressioni raccolte nel corso delle visite precedenti al pianeta, dovrebbero quantomeno fornire del materiale per costruire una nuova dimora.

3 settembre 2019

POTENTILLA


C'è chi vive e chi scruta la vita di chi vive, miei cari blogger il cui atteggiamento è talmente irresoluto e rinunciatario da apparire meschini o vili. Mi piace circondarmi dei facenti parte della prima categoria nonostante categorizzare mi inquieta al punto da voler sbattere gli ammennicoli su uno spigolo. Possibilmente di marmo Calacatta. Potreste vergognarvi per cortesia?

23 agosto 2019

NORMO AMMINISTRATORIO


Vi chiacchiero come la prima volta che ci siamo visti: occhio a occhio. Finalmente nudo e disarmato dinanzi al candore e alla consapevolezza della morte, vista come fase finale della vita, senza ansia, paura, né egoismo. Consapevolezza che anni di studio, esperienze o apprendimenti, mai insegnano. Comunque vada, buon viaggio.