_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

1 febbraio 2011

INTERMEZZANDO VECCHIO STILE

Andrò più nello specifico, perchè non credo di poter procedere per deduzione. E poi, certo, far assurgere deduzioni a teorie, sarebbe come riprodurre una vita illuminata, da riflettori divergenti ed a volte contradditori, di una propria interpretazione. I raggi di luce farebbero volutamente parte della scena, come secondi attori che permettono al primo di risultare gradevole. Sotto la vegetazione della disattenzione, che è semplice distrazione in altre direzioni, lo sguardo sul tema diventa anch'esso tema, rendendosi suscettibile di uno sguardo.

34 commenti:

angie ha detto...

ciao: ho visto che hai nuovamente "seguito" il mio blog (ma adesso compari due volte)...
hai cambiato l'url? o forse è perchè ho cambiato il mio, boh!
devo togliere la tua vecchia icona, o ti lascio doppio perchè c'è un altro indirizzo?

Squilibrato ha detto...

Ciao angie, ho dei problemi a pubblicare commenti sul tuo blog. Potresti lasciarmi doppio, che è un ruolo che mi piace, ma ti consiglio di eliminare il precedente, poiché non riesco più ad utilizzare quell'account. Grazie!

Temporala ha detto...

stavolta hai perso il filo del discorso, però sei in tema... bravo :)

Pure Poison ha detto...

Uno
Doppio
ed anche Trino volendo.
Mai porre Limiti osceni all'Illimitato.

La Disattenzione (altrui) aiuta NON poco.
Sottovalutano per essere posti conseguentemente a 90 per il servizio di "routine".

Poco sfugge all'occhio attento.
Anche se occultato da fitta vegetazione raso terra del sottobosco.

Affina i sensi.
Sentilo.
vivilo.

DoppiaMente Folle ... mi piace!

Squilibrato ha detto...

Piace anche a me. Dualismi di fattore preterintenzionale.

NERO_CATRAME ha detto...

Allargo le labbra in un sorriso....
Scontro in autostrada tra il mio io sulla corsia corretta e l'altro sulla corsia controcorrente,le luci non sono di scena è la scena che si illumina.
Sulla strada un cartello.
Attenzione Caduta (a) Mazzi.

Asha Sysley ha detto...

Ci si taglia con la Carta. E fa male. Sono piccoli tagli che poi non si rimarginano subito. E ogni tanto ci sbatti contro e ti ricordi come li hai fatti. Non fanno così male, perchè già ci sei passato. Ma inducono a riflettere. Ancora una volta, dannata testa ... dannata testa ...

DARK - LUNA ha detto...

Bè...sono convinta che i riflettori, esaltano le sfumature di quella che resta autentica verità...
Basta guardarci attraverso e non essere miope...
Semplice, no?
^_-.

Kamala ha detto...

La camicia di forza è un indumento che ti si addice.
Aggiungerei che si addice sempre ai grandi....
scrivi da dio...un bacio

Marta ha detto...

i fili che s'intrecciano, la luce che li illumina...
uno sguardo si confonde!

petrolio ha detto...

Bellissimo tema, traccia tutta mia a me molto congeniale! :) compari e scompari! Stai con meeeeeeeeee! ;)

angie ha detto...

ok... mi spiace (ho tolto anche la parola di verifica: forse è questione di cookie - ho un livello medio, per la privacy, ma non vorrei abbassarlo ancora di più)!
grazie a te, ciao ciao.

Lorenzo ha detto...

E'per questo che alcuni mettono gli occhiali da sole quando c'è la nebbia?

Asha Sysley ha detto...

E' il freddo. Quello che avevamo dentro quella notte. Quello che fa soffiare il vento e ancora fa suonare il richiamo degli angeli che hai appeso al muro. Ricorda quelle sensazioni. Tornerà il sole e il vento di fermerà

Lettere d'amore nel frigo ha detto...

...ci sono raggi di luce che, nonostante la loro forza, non riusciranno mai a rendere il primo attore gradevole se questo risulta essere agli occhi degli altri un essere sgradevole... ;-)

chechi ha detto...

disattenzione: ATTENZIONE in altre direzioni
attenzione: selezionare di alcuni stimoli ambientali, ignorandone altri.
adoro gli aquilibrati
ciao da una disattenta perenne

Thana ha detto...

Luce abbagliante, dietro gli sguardi ringhiano immobili...

Silvia... ha detto...

... come si dice prima di entrare in scena : m***a m***a m***a !!!!! ... che il mastro di luci faccia il suo gioco, sarò ombra quando lo si vorrà, sarò nell'occhio di bue quando potrò ... sia come sia è un ottimo canovaccio !!!

Marta ha detto...

i miei sono sempre incredibilmente accesi, mi sento un po' il papageno della situazione...
mi piace dare colore...

follementepazza ha detto...

Spesso la disattenzione deriva dall'iniziare a concentrarsi su un particolare...
Potresti così iniziare a sognare ad occhi aperti..
ora vorrei dormire ad occhi chiusi quindi per favore spegnili questi riflettori! :P
(xdonatemi nn sò quel che dico)

Maraptica ha detto...

Tengo d'occhio il tuo account, in caso impazzisse nuovamente, sono pronta a picchiarlo... ;)

Serena ha detto...

Riflettevi su chi non ami?

Io riflettevo che siamo molto meno comprensivi con chi amiamo. Non facciamo mai sconti in quel caso e forse, talvolta, andrebbero fatti.

Mr. Tambourine ha detto...

Mi fa piacere aver fatto un isterismo diacronico, cazzo.

Danis ha detto...

Le TEORIE sono spesso pericolose quando si stratificano, in materiale crostoso, nella nostra struttura cerebrale. Tutto può essere obliterato anche quel respiro che inventa i pensieri migliori. Deduciamo pure, il valore del risultato sarà agile e dinamico, capace di cambiare con gli avvenimenti.
Ti abbraccio, tesoruccio.Bacio. Danis

sim only ha detto...

Bellissimo tema, traccia tutta mia a me molto congeniale! :)

Thana ha detto...

Io non riesco a rimettere! Tu come fai?? Le ho provate tutte ma non ci riesco! E' assurdo! Ho l'esofago difettoso!!

anna ha detto...

Ciao amico mio peloso...mi domando sempre dove tu scova le immagini che posti..trovo la pera con la cerniera veramente "toccante"....
Torenerò con più CALMA a leggere il tuo post..al momento mi sfugge il senso come una anguilla. Essendo il mio cervello imbevuto di ossicodone, alprazolam eccetera...ci metto un pò più del solito a connettere.
Un abbraccio Anna Ossobuco

Squilibrato ha detto...

Fatico a ricordare le parole dette da me mentre ricordo fin troppo bene le parole,
soprattutto quelle intuili, degli altri.
Nella mia memoria ci sono dialoghi fatti di sole risposte.

Asha Sysley ha detto...

E nelle risposte potrai trovare le domande. Fin quando non capirai, che non ha senso trovare le domande alle risposte che già hai. E imparerai ad usarle senza porti domande. E sarai libero nuovamente di poter Vivere senza Chiedere.

follementepazza ha detto...

...bè l'idea che tutto possa essere illusione l'ho sempre espressa...le nostre percezioni spesso ci rendono tangibili anche cose che per molti altri nn esistono...Spesso le illusioni sono più tangibili di molte realtà...
E ora basta che sto diventando troppo seria :P
ciao maschione....hihihihihih

follementepazza ha detto...

la serietà sembra sempre essere un pò a lutto...probabilmente ha dei denti bruttissimi...nn sorride mai...però sembra essere sempre elegante e nn ha neanche una ruga...ma appena si gira....io scoppio a ridere....
:)))

Luna ha detto...

volevo postarti un commento ma mi sono distratta dalla '' comunicazione di servizio'' e non mi ricordo più cosa volevo scrivere :P
ps: troppo forte!

follementepazza ha detto...

e poi...che? e poichè dunque sono in piedi...da quasi 2 ore Buongiorno....!

logos nella nebbia ha detto...

Mica male questo scritto per un(o) ( pseudo) abulico incapace. Direi che il tuo essere inetto competente di permette di vedere non come un ottuso e ignorante e nemmeno come da disadattato e inadeguato, bensì...da uno che scrive benissimo.
Nei prossimi commenti proseguirò partendo dal resto dalle tue " qualità", per ora posso dirti che mi piace questo blog, un angolo scuro ma non buio dove i tuoi pensieri fanno da primo attore. Forse a volte non servono gli attori spalla, i monologhi sono più difficili da scrivere e si vede la qualità dell'attore e del regista.
Interessante lo sguardo sul tema che diventa anch'esso tema in una replica infinita. Forse è proprio il bello della vita.
Ciao, a presto

Lorenzo