_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

7 novembre 2018

L'OBLIATO DESUETO


Ci sono voci che sussurrano, che se le si vedessero lo farebbero con un lieve movimento delle labbra, in modo che chi è discosto senta nient'altro che un leggero sibilare, e occhi che guardano con la loro coda. Stanno decidendo chi sono e come sono. Senza nemmeno conoscermi. Non che la cosa mi pregni sotto il sedile, ci metto un attimo a riconciliarmi. Con il mio me inespressivo.

2 commenti:

Gus O. ha detto...

Amico, non sono gli altri che devono dire chi sei.

Elisa ha detto...

Le mie vocine mi raccontano un sacco di cose e mi dicono anche chi sono e cosa devo fare. io le lascio parlare un po',le lascio osservare, poi le zittisco, hanno rotto il cazzo insomma, c'è un limite anche alle vocine.