_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

4 luglio 2016

A SPETTA ESPERA


Sesquipedalando all'interno delle ciclabili piste delimitate da continua striscia e relativa orizzontale segnaletica, ma che nulla c'entra, un brano musicale può essere assimilato ad disegno puro, ad un disegno senza oggetto o a figure che non raffigurano nulla e, tuttavia, esse hanno una direzione d'insieme che le caratterizza. La decorazione esibisce percettivamente una parvenza di movimento.

4 commenti:

Bill Lee ha detto...

mah,
secondo me un oggetto c'è sempre.
E se in partenza non c'è
ce lo devi vedere tu. e
Se non vedi l'oggetto ti manca qualcosa.

Non pensi?


La vera domanda è:
cos' è quel qualcosa?

La seconda domanda è:
stasera troppi gin lemon?
La risposta a questa domanda è

Si,
cazzo,
senz'altro.

finalmente
una certezza
in questa
vita-matassa di dubbi e irresolutezze.

Scusa lo sproloquio,
m'andava di parlarti un pò

farti compagnia

ma mi sa che
era meglio
il brano musicale

chissà qual'era

Bohemian Wild Mary ha detto...

La musica non è mai statica,almeno per me.
Ti rendi conto di come è difficile commentare i tuoi scritti?Troppo cervellotici ma non si riesce a staccare gli occhi nella curiosità di leggerli.
Io mi sento inferiore...
Buona domenica

Lorenzo ha detto...

Perchè io vedo sempre lo stesso oggetto?

scarAngie ha detto...

eppur si muove.
anche le pietre respirano.

io vedo anche il vento.
non necessariamente qui : ovunque.
lov&lol