_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

19 aprile 2009

TERICOLESO

Non sapevo se dopo quel momento sarei rimasto me stesso, iniettato di nausea anche nello spazio tra i muscoli e le ossa. Pesanti pennellate d'ombra sulla fragilità, splendidi dettagli minimali in primo piano. Essere più ombra che consistenza da non riuscire nemmeno a suscitare l'attrazione della forza di gravità. Non dev’esser stato uno di quei momenti in cui avevo voglia di sintonizzarmi con la logica, mi sa. Deframmentiamo che è meglio.



34 commenti:

sytry82 ha detto...

deframmentiamo e usciamo dalla prigione del logos, soprattutto.

Squilibrato ha detto...

Sotto cauzione, naturalmente.

conki ha detto...

il testo sta molto bene con la canzone :)
sai ti vedo un tipo da eels(un gruppo musicale) li conosci?

Stregatto ha detto...

non so perchè ma quella nausea mi fa pensare ad una mega sbornia :D se è così... ma anche se non lo è... bhe.. offri!!! :D

epifasi ha detto...

il cavallo non ha sterminato, la propria classe, ma la propria razza. Questo è ancora più abberrante.
ahahahah

jas ha detto...

Ed io allora? Io faccio a botte con la logica da sempre e temo non per scelta ma per natura.
Forse e' meglio deframmentare come dici tu.
Un bacio Squili.

jas ha detto...

Fantastico...mentre io deframmentavo da te tu scrivevi da me.. tu chiamale se vuoi emozioniiiiii :))))

Follementepazza ha detto...

leggere della forza di gravità oggi mi dà la nausea...:P

Lorenzo ha detto...

ricordo quel momento...
il riflusso gastroesofageo si era talmente impossessato di me che ricevetti per posta il suo codice fiscale...

gre ha detto...

Dopo quel momento non si è più gli stessi e come ricordo rimane la nausea...la mia descrizione di questa mattina quando mi sono alzata e per questo odio la domenica.

buncia ha detto...

caruccia la canzone.

è sempre più inquietante il tuo blog [complimenti.]

;)

pansy ha detto...

Spesso non riesco a cogliere il significato dei tuoi post, ma torno sempre a rileggerti ... !

ashasysley ha detto...

Rimaniamo sempre a studiarci nella nostra stanza senza finestre ne porte. Questa volta entrambi non abbiamo voglia di uscire, nauseati da tutto quello che c'è fuori.
Agogno con tutta me stessa un tuo sguardo, una tua carezza, un tuo tocco.
Ma inerme ti vedo col pensiero assente in una tua estemporizzazione della realtà.
E non ci sono più lavori dietro le quinte che possano entusiasmare coloro che sono all'opera.
Non c'è più tempo d'attesa che esalti l'avvenire.
Siamo già sul palco e ci siamo solo noi, con le nostre ombre che rimangono sedute a guardarci, aspettando la prossima mossa o fino a che una delle due ombre non decida di tossire per spezzare questo silenzio maledetto.
Ti prego, abbracciami.
Ne ho bisogno anche io.

2** ha detto...

adorabile questo post testo e musica sempre sublimi ed inquietanti passo da te e prendo sempre una boccata d'aria questa volta con la maschera però.........1 bacione.

VOLTASTOMACO ha detto...

E' l'inevitabilità di alcuni momenti che hanno tutto il potere di cambiare e modificare le persone ed i loro pensieri.

Il video è bellissimo!!!

VOLTASTOMACO ha detto...

Alcuni gruppi li conosci solo te! :)

mIsi@Mistriani ha detto...

ma secondo te anche il discorigido della mente puo' essere deframmentato?????

e formattato????????

jasmine ha detto...

Evidentemente siamo uniti da una comune lunghezza d'onda...folle lunghezza d'onda un mix esplosivo la tua mente la mia mente pensieri distorti,astratti,incubati in vetri di carta WOW da provare!!!

Veggie ha detto...

"Essere più ombra che consistenza"
... in passato ho fatto mie queste parole... ma è proprio quell'attrazione che si rifugge che poi si cerca... e a poco a poco tutti i frammenti tornano al loro posto...

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

sounds good
e video molto squilibrato style ;)

Squilibrato ha detto...

A voi l'onere.

epifasi ha detto...

mio nonno è stato cattivo, ha ucciso babbo natale.
Mio nonno ha combattuto la guerra(del golfo), e babbo natale era tra i nemici. Come munizioni Babbo usava delle renne.
Mio nonno era allergico al pelo delle renne, quindi fece uno starnuto così forte che gli uscì un polmone dalla bocca, andando a colpire babbo natale che rimase ucciso.
è questo è tutto quello che ho da dire su questa faccenda.

Ho fatto un mio mini post tutto per te, sei contento?

Chandra ha detto...

Prima o poi la nausea svanisce, il corpo metabolizza i veleni e tutto torna più o meno come prima.

Squilibrato ha detto...

La purezza è nera.

epifasi ha detto...

si infatti era una dimostrazione d'affetto! :))

jas ha detto...

:/ mmmmm dipende non tutte le sorprese fanno piacere... ma potremmo provare fra'pazzi ci sta'che cio'che e'poco piacevole per gli altri per noi sia normale hahhhaaahha :))))) Un bacio Squili

Follementepazza ha detto...

certi party...sn davvero noiosi....:-P
Buonagiornata....

sytry82 ha detto...

ecco xkè i teosofici erano tutti figli di papà ... avevano pagato la cuzione ...

Follementepazza ha detto...

mmm....se ti piace te la dedico...ahaha...ciao...Squilibrato che nn sei altro

kayako saeki ha detto...

Kaizers Orchestra! WOOOOOOOOOOUUUUUU!

Muchas gracias por rekomendarmelos hace ya algún tiempo... Son geniales!

Abrazos!

Aiko ha detto...

c'è qualche influenza Burroughsiana in quello che leggo, mi sa...

Squilibrato ha detto...

La maggior parte dei lavori di William Seward Burroughs sono semi-autobiografici e ispirati alle sue esperienze di dipendente da oppiacei, un autore di avanguardia che influenzò la cultura popolare e la letteratura.

Da Wikipedia.

Sono lusingato.

siema ha detto...

mi fa piacere..:)...Buonanotte!!!

Aiko ha detto...

e vorrei vedere, mica era un'offesa ...:)