_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

9 novembre 2008

OSSESSIONAMI

VENTIDUESIMO POST
Posso osare? Posso turbare il mio universo? Posso uscire dalla mia restrizione cerebrale? Perchè nessuno mi ha detto di pensarci prima? Non dimenticare, nel dramma, il lato B delle audiocassette. Non posso pensare che possa piovere. Seriamente, acqua che cade dal cielo? Se non esistesse la pioggia nessuno potrebbe immaginarla. E' un pensiero che mi provoca. Se ci penso mi sento provocato e rimango chiuso nel guscio. Imprigionato. La pioggia è la cosa che meno assomiglia ad un piano geometrico: priva di estensione, carica solo di profondità. Dopo una tale conoscenza, cos'è mai l'ossessione? Voglio imparare a piovere! Ossessionami, te ne prego.
Follie prestabilite e nient'altro. Confermo quanto detto in precedenza. Pre-decenza. Espressioni ironiche.

30 commenti:

Follementepazza ha detto...

mmmmmm....non ci ho capito un gran che...(va bè il realtà spesso mi capita di non capire nemmeno me stessa)ma devo dire che suona bene...

johnny says ha detto...

noi interagiamo solo tramite perturbazioni con l' universo. non sono d' accordo quando dici che la pioggia è lontana dal piano....ma se ne dovrebbe parlare. io amo la pioggia.

scommetto che ti piacciono i Toll, mi sono subito venuti in mente.

Silvia ha detto...

Vuoi imparare a piovere?? Beh, come sai, io sto studiando per diventare una nuvola che si nasconde dietro alla gobba del cielo... magari, dopo, ti passo gli appunti...

;-)

"Nuona ossessione"....

Stavolta con la foto hai superato te stesso!!! Sembra una fata, e per questo mi piace!! (ma lo sai che io sono una mezzelfa???!!!).

***

Tutti i miei sbagli è un sempreverde: penso che possa essere applicato un po' a tutte le fasi oscure che uno ha nella vita! Almeno, a tutte le MIE fasi oscure...

;-)

Come sono i Linea 77 dal vivo??!!

;-)

Donato ha detto...

ciao grazie mille^^ si i disegni sono miei...questo è solo un blog secondario...se vuoi vedere il principale visita questo http://favolenere.blogspot.com
ciao e grazie della visita e complimenti per il tuo blog.

Anonimo ha detto...

E se dicessi..che di nuovo non ho capito un'acca?
.______."

Apparte ciò..come va? =)
:*


seize.

Vele/Ivy ha detto...

Si può pensare che soffermarsi sulle cose quotidiane e sorprendersi, perdersi a guardarle come eventi surreali, sia segno di squilibrio. E invece no. E' segno che si è vivi, che si usa il pensiero e l'iimaginazione.

Irene ha detto...

ossessionami. che sia la pioggia o quant'altro, basta esserne ossessionati.

dobbiamo credere che ci sarò qualcuno che ci farà ricredere in qualcosa...
ci vuole tanto, troppo coraggio credere negli altri.
a volte, molte volte, meglio credere nella luna, nel sole, nella tua pioggia.

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

nel dramma può capitare di dimenticare il lato b delle cassette, è per questo che hanno inventato i cd, così nei momenti di crisi la musica può continuare lo stesso e la crisi poi con qualche canzone passa
se la pioggia non esistesse bisognerebbe inventarla, perchè è una cosa che non so perchè ma è molto poetica

Squilibrato ha detto...

Caro diario,
ho comprato un secchiello da 1 kg di yogurt bianco. L'ho mangiato tutto in 10 minuti, facendo dovute pause, in piedi davanti alla tv.
Prevedo fuochi d'artificio.

Silvia ha detto...

Fasi oscure... non me ne parlare... specie in questo momento... Ci si abitua, ad un certo momento?? Dici??

Forse... (prima o poi...).

Ho l'orecchio destro a punta... NON sto scherzando: ho DAVVERO l'orecchio destro a punta!!!! Una cosa stranissima e anomala, credimi...

;-)

Ok, ti fornirò gli appunti per il tuo apprendistato piovoso!

"sound nervosamente controllato", mmmm... interessante, definizione davvero interessante...

;-)

- tata - ha detto...

"voglio imparare a piovere"

odio novembre.

*

essenza ha detto...

anch'io voglio imparare a piovere, così magari la pioggia mi starà meno sul cazzo.

Silvia ha detto...

Hai conosciuto un'altra donna con l'orecchio a punta?? Beh, siamo un popolo che si nasconde dappertutto...

;-)

Buon inizio settimana anche a te!!

;-)

Tintarella di... Luna ha detto...

E' vero che la pioggia non assomiglia ad un piano geometrico e forse proprio per questo è così bella,ti affascina e ti ossessione.Ma sappi che essa è presente ovunque,anche dove non la vedi,anche nel caos c è la geometria.
Bè ti posso dire che in una mela c'è la stessa geometria di una conchiglia...si è quella che chiamano sezione aurea,che è presente in tutta la natura stessa.
Chissa forse allora se riuscissimo a scomporre la pioggia in quadrati e rettangoli potremmo vedere che si riassume tutto nel numero aureo...
Preferivi la serie di Fibonacci?

johnny says ha detto...

perdonami!!!!!! intendevo TOOL scusa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

detto questo: dico che il piano geometrico è una porzione di spazio lineare, che tra le altre cose è equivalente ad una sfera o ad un toro...la pioggia a me sembra una sua proiezione. (le goccie sono sfere) e poi il pensiero astratto è intrinsecamente geometrico, come la natura, ed è un disorso di simmetrie, non di sezioni auree.(come teorico ed amante della matematica è una precisazione che non ho potuto evitare...perdonami tintarella)

LaLa ha detto...

mi sono persa nelle tue parole.
:)
sembra uno di quei ragionamenti super astratti che mi capita di fare la mattina mentre mi sbircio davanti allo specchio.

Anonimo ha detto...

Dovresti smetterla con gli psicofarmaci, lo yogurt. La birra e il fumo, aggiungerei io. U_ù
Ma tanto..mi sa ma non lo farai mai.. ._."
:*




seize.

marco ha detto...

Ossessione è prima di tutto il nostro progredire.E come hai detto tu non è affatto decente

gre ha detto...

Noi pensiamo ciò che esiste, se non esiste non potremmo neanche pensarla.
Se tu pensi di piovere pioverai e potrai ossessionarti perché se così non fosse non potresti pensarlo.
Così puoi immaginare ma non il non essere in quanto esso non esiste dunque non lo pensi.
quello che ti ho detto non è il frutto del mio pensiero ma di un filosofo greco che non mi ricordo come si chiama

Nicole ha detto...

Picola creatura
che del mondo fai la tua natura,
senti questi miei sussurri
e gioca con le tue parole
come fossero
l'acqua di questa pioggia.
Senti ogni goccia sul tuo viso
e lascia baciare gli occhi dolci tuoi. Non pensare per due istanti ma ascolta la musica della mia pioggia.Ti tocco e ti lascio solo un piccolo segno
che scivola via
come il bimbo che c'è in te,
mentre giochi con i tuoi pensieri.
ALIAS

Spippy ha detto...

Quando avrai imparato a piovere, ti prego, insegnalo anche a me. Ho bisogno di diluirmi, di cospargermi dappertutto, di sgocciolare da ogni spigolo, di essere ovunque e da nessuna parte.

Pupottina ha detto...

a volte la vita ci sorprende!

RMLK ha detto...

La cosa bella della pioggia non è tanto chwe viene giù dal cielo, quanto la contaminazione che ne nasce quando incontra il suolo. Quegli odori di terra, quei fumi sull'asfalto. E quei vetri che non si infrangono con le gocce che li colpiscono. Mi è piaciuto questo post. Molto.

Gas ha detto...

Ecco il 22, in gran spolvero direi :-)
Ho grande immaginazione, esagerata direi, per cui secondo me dal cielo potrebbe cadere di tutto e non farei una piega. Qualche volta ne sono caduta anche io, fracassandomi tutte le ossa, ma l'ossessione che ho per il volo, oniricamente parlando, mi ha sempre comunque spinta a provarci ancora e ancora e ancora. Fino alla morte. Alla faccia dei piani geometrici/razionali. Così è ed anche mi pare.

Veggie ha detto...

Tutta la vita non è che un'equilibrio sopra il filo della morte...
Del resto, l'ossessione è la fonte continua del genio e la sua follia...

Miss Ampersand ha detto...

Probabilmente se non avessimo ossessioni non riusciremmo neanche a vivere.

P.S. Il filosofo era Parmenide.

Dual ha detto...

Molto bella la foto!! davvero..

Tintarella di... Luna ha detto...

Johnny bè se sei un teorico mi inchino.Io sulla matematica ci sbatto la testa ogni giorno,non andiamo molto d 'accordo,ci proviamo eh però.
Però sai una cosa,io nella pioggia non ci vedo simmetria,anzi...Casomai se parliamo di sfere e tori diciamo che c'è simmetria nelle gocce in se per se.
Correggimi se sbaglio,ma il moto della pioggia non è simmetrico.
E qui sto zitta che entro in lochi a me sconosciuti.

ღ Sara ღ ha detto...

Se non esistesse la pioggia nessuno potrebbe immaginarla....


ecco...ehm...ho capito solo questa frase :-(

riuscirò prima o poi ad arrivare all'obiettivo?? RIUSCIRE A CAPIRE un tuo post??? beh speriamo!! io intanto ti leggo sempre molto volentieri! Un bacione e buona serata!!

ha detto...

Osare significa provocare.
Non ci è concessi andare troppo oltre.
Siamo noi l’ ironia poiché questa è una vita sarcastica.