_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

17 marzo 2010

SGRAMMATICHE COINCIDENTI

Il titolo è una stoccata, non certo un abbellimento.

Proseguendo per la rettal via, relativo al significato deretanico, in itineranti capovolgimenti clessidrici, la psicosi soffia ed io sono un mulino. E ciò non entra in contraddizione con nient'altro. Il solito soporifero nient'altro che s'incaglia in un bicchiere d'acqua torbida, senza ghiaccio, ma con la cannuccia. Oggi sono convinto di esprimere inconsapevolmente i miei pensieri a voce alta. O comunque che gli altri possano percepirli. Una degna chiusa sarebbe recitare questi atti con prestante veemenza, sceneggiature su risme di carta pesta.

14 commenti:

ashasysley ha detto...

Esprimiamo sempre i nostri pensieri. Lo facciamo anche solo guardando il mondo tramite i nostri occhi d'acqua. E un sorriso segna le labbra. Basterebbe poco per capirsi, basterebbe poco per capirlo. Basterebbe ascoltare a volte. Ma le persone non hanno tempo per questo, per soffermarsi ad ascoltare gli altri. E ci si perde nelle corse frenetiche dei giorni, nella pioggia del cielo e nelle file di macchina. Ma non era questo che io intendevo come vivere. Non era questo che intendevamo e ce lo siamo detti. Questo è morire un giorno in più. Far morire quella vita che c'hanno donato e che non abbiamo saputo far crescere, ma solo avvelenare. Siamo convinti così che in modo eclatante saremo ascoltati. Urlando, sbraitando. Ma saranno parole buttate nel vento. E spesso chi le raccoglie non è colui a cui vogliamo che arrivino in mano. Perchè il mondo è così blasfemo con i nostri sentimenti? Perchè tutti li stanno perdendo credendo che circondandosi del vuoto e del nulla di tutti i giorni si viva meglio. Senz'altro non si pensa. E questo fa si che come pecore ci muoviamo l'uno dietro l'altro. Rimango ancora a riflettere mentre tu come mulino cerchi ancora nelle tue psicosi. E t'accorgi che nulla entra in contraddizione. E anche questo è un'assurdo della nostra vita.

Follementepazza ha detto...

tra tutte le vie proprio la rettal via...potevi evitarla...mi hanno detto che là si diventa tutti stronzi :P(scusa...il...emm...francesismo)
:D
ciau

Maraptica ha detto...

Ohhhhhhhhhhhhhhhhhh! Era ora... Mo ci penso un pò su eh?! ;)

vitone ha detto...

Sei tornato Squiliii!! Ho come l'impressione che qualcuno ti abbia "leggermente" infastidito. L'anoterapia consiste in viaggi verso lo stesso;))

dark0 ha detto...

che bello, sei tornato! :D

mi sei mancato :)

davide idee ha detto...

'sceneggiature su risme di carta pesta'... squilinvertebrato, tu sì che hai gusto :)

PEPE ha detto...

Oh, finalmente!!!
Ma no, mulino no....i mulini girano mossi dal vento, non mi piace....ma forse io non ho capito niente!!!

ZuZa ha detto...

i mulini girano a forza di vento e gas, e la rettal via è quella che conduce a una "selva oscura"?O.o sceneggiature su fogli di carta pesta e note musicali su fogli di carta velina colorata, che in trasparenza il sole le colori di accese melodie!

Ormoled ha detto...

Il nient'altro che mi destabilizza, forse è una mia debolezza, ma sempre più spesso ho bisogno che esista qualcosa di più.
Ciao

poetella ha detto...

!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Soroll ha detto...

Le persone che non hanno tempo di ascoltare sè stesse, dubito che riusciranno ad ascoltare gli altri. Assomiglia alla filastrocca "Per piacere agli altri, bisogna piacere a sé stessi". Intanto, curare sé stessi, gli altri, per l'appunto, sono altri.

Cate ha detto...

Il silenzio dei pensieri è più rumoroso della parola che li esprime...
Tu reciti questi atti splendidamente, ma essendo tu a recitarli, avresti comunque il diritto di farlo come più ti aggrada, quindi non pensare al "sarebbe" é superfluo...

P.S. Sono felice di percepirti ancora...

Lorenzo ha detto...

Chiodi per chi odi.
Io ti ascolto.

Anna2 ha detto...

OHHHH,mio caro!!!
Sono felice per Te,che Sei tornato ad esprimere certe Tue riflessioni,
molto importanti per me...
Sei un ragazzo giovane,ma molto riflessivo,e quindi,mi piaci...
Con poche parole,esprimi,il Tuo stato d'animo,e Ti capisco Sai?...
Certe brutture,delle persone, bisogna lasciarle alle spalle,
e non pesarle troppo.
Vai per la Tua strada,che cosi' Vai bene.
Un abbraccio forte dalla tua amica,Anna2.