_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

10 febbraio 2009

OSTANTINATO A MALLITI

Il grottesco è in ogni dove. Aspetta solo un punto di vista adeguato per essere svelato.
Sposto gli oggetti col pensiero. Non proprio: altero la realtà, ma tutto quello che riesco a fare è spostare gli oggetti. Se mi concentro, riesco a trovarmi in una realtà in cui l'oggetto del mio pensiero non è mai stato in un certo luogo, ma in quello da me pensato. Nessuno si accorge della differenza tranne me. Se riuscissi a spiegarlo a qualcuno, a farglielo vedere, potrei dimostrare che la realtà non esiste, poichè non è univoca. Perchè io posso saltare da una realtà all'altra, e sono tutte possibili e plausibili. Ma nessuno si accorge di nulla, o forse fingono tutti.

19 commenti:

ashasysley ha detto...

A volte guardo un qualsiasi oggetto posto sopra un altro. Per me assume un significato particolare, specialmente se collocato in un momento specifico. E allora riaggancio quell'oggetto a quella realtà e butto dentro di lui il mio sentimento.
Così sposto l'oggetto e da quella realtà e quel sentimento, lo pospongo ogni volta che voglio per ricollocarlo in un nuovo piano di idee.
E' possibile spostare gli oggetti, col pensiero, coll'anima, con la mente.
Non tutti se ne rendono conto, pochi lo fanno.

NERO_CATRAME ha detto...

Sono daccordo con te la realtà non è univoca,ogni occhio,ogni mente la vede e percepisce alla sua maniera.Proprio come trovare una collocazione differente agli oggetti e magari porli su piani diversi,con posizioni differenti al riflesso della luce.Nell'assurdo ma reale mi accade anche che un oggetto che prima ero sicuro di vere visto ad esempio sul piano di un mobile poi lo ritrovo in realtà nel posto dove lo avevo immaginato.Scatta così in me la domanda: se io l'ho spostato dimenticando il gesto oppure se è sempre stato li eppure lo vedevo da un'altra parte.
Comunque Squilli saper vedere la realtà con la propria testa senza farsela imporre dalla visione non bastante di altri e riuscire ad analizzarla,a posporla,a spostarla,a girarla non è un pensiero da "squilibrato",squilibrato è chi finge di non vederla,o non si prende il tempo per farlo accettando solo la sua locandina di facciata.

Anonimo ha detto...

mi piace tantissimo il tuo blog.
Quando hai tempo vienimi a trovare:
http://ilvuotoepieno.myblog.it

JAS ha detto...

nON ESISTE reALTA' aL di fuoRI dI ciO CHE noI DECIDIAmo eSSER rEAòLtA' tUTTo'E' nULLA e NulLa e'tUTTO...lA rEALTA'nON eSISTE eSIsTIAMO nOI ED i nOSTRI fOTTuTIssIMI pENSiERI.sOrrIDI tI pREGO....uN bACIO.

elisabetta ha detto...

fingono tutti

Tintarella di... Luna ha detto...

Se guardi bene e con piu attenzione,tra uno spostamento ed un altro potrai ancontrare anche me,che saltello da un luogo ad un altro,da un posto all' altro da un epoca all altra...e spesso non sono neppure io,sono qualcun' altro,spesso mi piace anche essere un uomo.

Stregatto ha detto...

saremo vittime di continui deja vu..

G@ttonzol@ ha detto...

Ciao... sono di poche parole per ora... ma voglio dirti GRAZIE...!

Veggie ha detto...

Ognuno utilizza la propria soggettività per definire la realtà che lo circonda, perciò una realtà univoca non esiste... Ma solo tanti frammenti quanti solo le persone... Frammenti che non psosono combaciare se non per brevi istanti...

kayako saeki ha detto...

La realidad no existe... es un espejismo kreado por nuestras enfermas mentes...
La locura no existe....es solo poder ver mundos diferentes...

Muy bello y muy interesante.
pienso lo mismo.

ciao
abrazos

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

forse tu non alteri la realtà, è la realtà che altera te

ma per saltare da una realtà all'altra come fai, usi una macchina tipo ritorno al futuro o ti teletrasporti come in jumper?

Squilibrato ha detto...

Fiori accompagnati da frasi scritte a singhiozzo su come bisogna prendere la vita e le relazioni sociali, su come si possa sorridere alla vita anche quando questa non ci sorride affatto.

Surrealina ha detto...

Isterismo diacronico interessante.

mIsi@Mistriani ha detto...

certi giorni sembrano non finire mai.
[certe notti sembrano essere solo il prolungamento di giorni che non finiscono mai]
stanca.

epifasi ha detto...

se non ti dispiace ti metto tra i miei RSS, se non vuoi fammelo sapere.
Epifasi

mau/C ha detto...

marameo
bel blog
realidad..es muy dura..verdad-
le sfumature, i toni di grigio, ciascun piccolo rivolo di corrente a sè, why not? c'è di tutto eppure c'è un flusso unico che espande la coscienza di pochi eletti

G@ttonzol@ ha detto...

Effettivamente sta proprio diluviando qua da me... ora ci si mettono pure i tuoni... diciamo che il mio umore ed il tempo si rispecchiano l'un l'altro...!!!

Follementepazza ha detto...

ognuno è limitato a saltare tra le proprie realtà...forse...
(p.s.:la linea c'è stata solo lunedì poi è riandata via...ed ora è ritornata...boh chi ne capisce niente...)ciao passerello...:-P

Odi Noyola ha detto...

^-^ Morto belo tuto(¿i?) :P / Very Beautiful all! And your Profilo very cool! :P ^-^