_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

2 luglio 2019

GOFFO RUGLIARE


E' iniziato e proseguirà per i prossimi mesi, la necessità della mia quasi totale concentrazione sul mio corpo, dello studio di esso, di rimpararlo e rimpararmi. Di nuovo. Il cortisone sta facendo il suo effetto  e il mio involucro si sta lentamente (troppo lentamente) riappropriando di sé, ma per poterlo fare deve patire. Ho la sensazione di estraniarmi da lui, di osservarlo, immobile ed in difficoltà e non percepirlo mio. E' fantastico, credetemi. Nel frattempo ci sono e ci saranno notevoli contrazioni muscolari, a volte fino al crampo. In quei momenti si fa sentire, la carcassa. Dopotutto la forma è recidivante/remittente nella sua progressiva neurodegenerazione. Vergogna! Sembra una figura retorica consistente nell'usare un'espressione che attenua l'enunciato, negando il contrario di esso.

4 commenti:

Gus O. ha detto...

Il cortisone non cura la neuro degenerazione.

Squilibrato ha detto...

La sclerosi multipla è una patologia neurodegenerativa e in caso si lesioni attive è l'unica cosa che si possa fare per poter spegnere l'infiammazione ed evitare, per l'appunto, la degenerazione.

EliGinny ha detto...

https://youtu.be/nECLM2lzVos

Gus O. ha detto...

I degenerati devono essere rieducati.