_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

17 marzo 2017

MI DILEGUO NEL DISCORSO


Non ce l'ho fatta. Ci ho provato, davvero. In molti modi, ma non ce l'ho fatta. Ho provato distraendomi facendo cose su cose, uscendo più spesso, a volte ho provato con il brandy, altre con elucubrazioni notturne megafoniche, per cui mi è costata una multa per disturbi sonori. I carabinieri, allertati dal vicinato, non hanno voluto sentire ragioni. O sragionamenti, nel mio caso. Ho provato persino a farmi legare in uno scantinato adeguatamente insonorizzato per l'occasione, ma mi sono improvvisato escapologo con riuscita nell'intento e non c'è stato verso. Nemmeno capoverso. Da questo spazio non riesco a stare lontano. Deve trattarsi di una debolezza, non me lo spiego altrimenti.

6 commenti:

MikiMoz ha detto...

Uh, e dunque... bentornato? :)

Moz-

S. ha detto...

è una malattia :)
sono contenta sei tornato, sono tornata anche io...

S. ha detto...

è una malattia :)
sono contenta che sei tornato.

angeloblu ha detto...

E' bello stare qui perché privarsene. Ci tenevo a farti un saluto caro Matteo ed è dolcezza, devo dire, ogni volta che torno qui, ti abbraccio e con affetto!

Lorenzo ha detto...

Meno male...

Raffaello Tasso ha detto...

Giusto così caro amico....
E d'improvviso l'aria sul filo snervato della vita si fa meno contorto.
Grazie Squili, Grazie davvero.