_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

18 gennaio 2012

SILENTE TREMENDAE

Scriveva con ardore demoniaco. La penna solcava a fondo il foglio, di parole che scomparivano quando la mano posseduta s'ammansiva.
Disquisiva sul senso della "condizione senza la quale non" e quando i verbi gli soffocavano il processo che si esplica nell'edificazione dell'immaginazione, la penna trafiggeva il foglio per squarciarlo con amore folle. L'ironia fioriva sul suo sorriso.

36 commenti:

Minerva ha detto...

Un post che mi fa venire voglia di fare l'amore con persone intense e tragiche che sappiano pure ridere... fare l'amore/scrivere/discutere/comunicare sono sempre la stessa azione e lo stesso discorso.

angie ha detto...

chi era costui?

Benny ha detto...

Geniale!

dandelion67 ha detto...

Lo scrivere è libero scorrere del pensiero...
mai addomesticare la penna...
semmai cambiare il foglio...
un abbraccio..
dandelìon

Cherubina ha detto...

Parli di te?

Amaranta ha detto...

E' così che si scrive, Matteo, impugnando la penna come una lama per intimidire, ammansire, sottomettere......accarezzare.
Le vibrazioni più ardenti, quelle assolutamente corporee, nascono dalla paura e dalla follia.
Abiuro le penne d'oca, al loro tratto leggero ed inconsistente, a quell'inchiostro destinato a confluire, nel corso del tempo, e confondersi, tra tutti gli altri fiumi d'inchiostro.
Ribadisco, invece, l'insana saggezza del mio bisturi e quei rivoli sanguigni che pur riesce a trarre da un corpo bianco ed inerte, apparentemente anemico, quale è un foglio di carta.

L'ironia fioriva sul suo sorriso.
Adoro questo immaginifico finale ed il fotogramma che se ne ricava.
Un bacio
A presto
Marilena

NERO_CATRAME ha detto...

Saranno gli schizzi che zampillano dallo squarcio della carta,peró mi hanno trasmesso un'immagine
http://www.youtube.com/watch?v=X2CEOws_ffI
...eppur ció che soffoca si distende..

kjk ha detto...

vorrei anch'io avere tutta questa passione mentre scrivo!!! sono invidiosa! :P

eros ha detto...

perchè mi chiedo tanta brutalità...?

invece mi convince la trasfigurazione...

jessy ha detto...

se si fosse trattato di fotografia decdentista, ero di certo tu

*giugiu-chan* ha detto...

Pura lussuria e carnalità tra penna e carta.
Che equilibrio sensuale..

Lorenzo ha detto...

Ho scritto una poesia sulla sua schiena. Non l'ha mai letta.

Arcal ha detto...

Scriveva col bisturi...

Marzia ha detto...

Un amore straziante, una passiano solcante. Indelebile e impossibile da riparare.

Asha Sysley ha detto...

Se fosse stata una Foto, avrebbe il tuo volto.

Baol ha detto...

Quell'ardore demoniaco, nello scrivere, ce l'ho ben presente...

Mat ha detto...

fuoco

Thana ha detto...

Una verità disarmante, incisa nell'aria. <3

♥Celyne Glam♥ ha detto...

mi chiedo che personalità tu abbia..di sicuro non sei borderline :9

Greta_Leder ha detto...

...uno scrivere che scalda...

Elle.Palmer ha detto...

Saró sincera, invidio la tua abilitá nello scrivere.

P.S: Spiacente di deluderti ma gli Engerica li conosco :D anzi nel periodo 2005/2006 (ero nel bel mezzo di un mio periodo punk-goth) li ascoltavo parecchio e The Smell era la mia preferita.

A presto. x

Sibilla ha detto...

Ciao! Sono passata per farti un saluto!Buon mercoledì!
A presto...Sibilla

mattada.. ha detto...

Ciao geniaccio, addomestichi le parole tu ...
Elisabetta

Silvia... ha detto...

... sublime imperfetto ...

Tra cenere e terra ha detto...

Sei più poetico di altre volte...ti leggo sempre volentieri.

Rita Baccaro ha detto...

mi fai riflettere a quali siano per me le condizioni senza le quali NON....
ecco, una di queste è il sorriso, senza non, ma proprio non!!!
:-)

Giuly ha detto...

Una nuova versione di squilibrato?

Cherubina ha detto...

Nuovo blog, se vuoi seguirmi! :)

Marta ha detto...

Quando anche tu sei razionalità mi piace. Mi piace che tu mi dia ragione...così.
Ti bacio

Pupottina ha detto...

quante sono le condizioni senza le quali non ....

Veronika ha detto...

Sorge, a questo punto, la mia curiosità nel sapere cosa hai studiato. Puoi soddisfare tale mia indiscrezione? :)
Saluti, saluti, saluti, ... presto o tardi, ci tornerò.

.come.fossi.acqua. ha detto...

la mia penna è la mia arma, ma anche il mio giogo.

e questo mio commento sembra un indovinello :)

mi piace il tuo blog, questa strana atmosfera che ci si respira... certo, fa un po' a cazzotti con il sole fuori la finestra, però!

magari ripasso di sera...

Anonimo ha detto...

http://piccoleperversioni.blogspot.com/2012/02/tri-trish-tricia-patricia.html
Ric ha pubblicato la foto perchè io stessa l'avevo già inserita sul profilo, prima ancora del post.
Io e Ric viviamo già insieme, ho lascito il bilocale una settimana fa. :)

Lo sai come sono gli uomini, dei veri pavoni con la loro donna!!


http://www.lauragatto.net/seduction.

Piuma silente. ha detto...

Scrivi in un modo tragico e tragicamente romantico. Adoro l'uso del linguaggio biologico (?), rende il tutto così crudo, dolorosamente piacevole. Scusa il commento un po' da leccapiedi, ma sono una presuntuosa amante del tuo stile.

Roberta ha detto...

Lo squarcio sul foglio è una finestra aperta nel nostro cuore! Mi riempirei di quelle ferite!

ricardo alves ha detto...

trying to understand you I'm still here