_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

9 novembre 2009

CONDIZIONAMENTIZZAZIONE

Pensieri a caldo. Bollenti. Mi sono ustionato le dita e la punta della lingua. Fobica, ossessiva ed anche un po’ isterica, l’aerofagia cerebrale, richiede un’attenuante. C’è chi la giustifica sfoderando dalle tasche risposte provvisorie come carte da gioco, con la supponenza del trionfo pregiudiziale, calcato da strategie cognitivo comportamentiste sotto forma di evacuazioni orali. Ectoplasmi a incudine. L’innata assenza di gravità nella calotta cranica, tocca, saggia il punto di rottura e reitera fino a compimento del danno. Note alla fine del paragrafo.

21 commenti:

Amore_immaginato ha detto...

nei miei pensieri, ultimamente, c'è l'eco. Voci di ritorno lanciate nel nulla...

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

EFFETTO RITARDANTE.

Ritardato pensiero
Raffredda intuizioni reali
Raggrinzisce parole sapide.

Effetto mediatico ritardante
Orgogliosi archetipi di stereotipate verità.
Uccidono
Fiere
Sorrisi di lacerante dolore
E cannibali vegetariani
Inseguono prati verdi da divorare

Non senso
Insensate emozioni
Condizionano respiri inutili

Ed a margine la verità
Da cogliere se solo qualcuno la vedesse
La volesse..

DANIELE VERZETTI, ROCKPOETA

Maraptica ha detto...

Fatico seriamente a starti dietro....

Tintarella di... Luna ha detto...

La prossima volta se soffi sulla pietanza prima di portarla alla bocca, vedrai che non ti ustioni la lingua!! ;) Sai quante volte me l'ha ripetuto mia madre...??!!

Laura S. ha detto...

Ora la domanda sorge spontanea....:
Quanto diavolo ci impieghi tu, a scrivere un post? Hai voglia a stare lì a pensare alle parole...XD
(Io ieri a cena mi sono scottata un po'! Ho mangiato funghi. Commestibili. Che sono cresciuti in giardino. No, non sto scherzando...)
Ciao!

*LaScatolaDeiSensi* ha detto...

L'embolo PreGiudica la Cognitiva… Assenza!
Una Nota sull'Azoto è Da FarSì.

IngiustificAbile il Danno Di qualsiVoglia, Pena...


Ossequi, Librato.

ashasysley ha detto...

Non troverai spesso sulle labbra degli altri ciò che vuoi sentirti dire. E la mente è così poco propensa a compromessi da non elaborare parole diverse dalle aspettative. Ed è questo il saggio punto di rottura che come un domino si abbatterà fino al concepimento del danno. Ma il danno stesso esiste già. Sta solo aspettando l'ennesima frattura.

plenum02 ha detto...

mi scotto spesso io, sbadatella che non son altro poi la lingua brucia.ma non come brucia dopo che hai mangiato sale... no no! è un bruciore che sa di fregatura.
come sanno di fregatura le parole che gli altri ti dicono ma che non sono propriamente quelle che vuoi sentirti dire te, anzi spesso sono proprio quelle che non vuoi sentirti dire.
le aspettative sono una gran brutta roba. ne so qualcosa.
eh si!

davide idee ha detto...

scientificamente esatto. per dare sollievo ai pensieri che scottano preferisco di gran lunga la scrittura, magari su un piccolo pezzo di carta racchiuso da una piccola noce tagliata a metà cucita all'interno e legata ad un elastico, che prenda il nome di nocciondolo, da regalare a chi vuoi per far sentire i pensieri più a freddo.

'note alla fine del paragrafo'
ammiro la maniera in cui prendi per il culo chi cerca per forza di capirti...

ti ringranchio,
ciao

Guernica ha detto...

L'aerofagia cerebrale non la giustifico se non ... con "difetto all'origine", "difetto di fabbrica"...e cosa si fa ai "prodotti" difettosi?Eheheh

Andrea Cobain ha detto...

la vacuità è un'ambizione

Soroll ha detto...

Che tristezza il pensiero e la parola umana.

Darksecretinside ha detto...

Ma?
Sarò aerofagicamente dislessica...sarà che gli ectoplasmi miei hanno varie incudini (ed anche i martelli)....
Sarà che la lingua mi brucia continuamente ed in genere non mi brucio solo le dita...
Sarà che...alla...

" supponenza del trionfo pregiudiziale, calcato da strategie cognitivo comportamentiste sotto forma di evacuazioni orali..."

sono diventata allergica di brutto al punto che i miei demoni sono patologicamente malati di claustofobia...
sarà...

ma io ti capisco e capisco sempre ciò che scrivi...
mi devo preoccupare seriamente?
Consulterò un medico domani....

Anonimo ha detto...

la verità o un surrogato di essa è sempre nascosta agli angoli della bocca. Servirebbe più un rutto liberatorio.

P.S.
Ma le note sono esaustive o musicali?
Preferisco quella del prof. sul registro. Il mio sembrava Mozart a furia di metter note.

Un a-mico

Yrom.A ha detto...

che c'è di male nelle risposte provvisorie come carta da gioco? non siamo forse noi stessi provvisorie controfigure di anime di passaggio?

L'UnaStella ha detto...

Leggendo il tuo post mi son convinta che tu descrivessi una situazione che riguardava anche me.
Più lo leggo e più mi convinco, quasi a trovarmi in ciò che hai scritto.
Ma capisco che è impossibile. Ho voluto fare mie le tue parole, fantasticandoci un po' sopra!

TRM ha detto...

Sei l'unico che conosca l'areofagia cerebrale e mi chiedo il perchè.

Cielo ha detto...

Parafrasi di: c'è chi apre la bocca solo per dar fiato.
E si giustifica dando la colpa alla logorrea.

C'è chi fatica ad esprimersi verbalmente, e chi fatica a stare in silenzio.
Di solito preferisco i primi.

dark0 ha detto...

io ieri ho mangiato peperoni, la mia non è stata un'aerofagia cerebrale, però al punto di rottura ci sono arrivato anch'io, chissà se riuscirò a ricomporre il mio puzzle?

NostraDannus ha detto...

Per le sinapsi flatulenti un rimedio c'è, basta sventolare le orecchie e le puzzette svaniscono. Se subito dopo la mente prende il volo allora non c'è niente da fare ti conviene aprire la bocca e... martellare sui coglioni il medium che è in te e fuori di te.

Note permettendo.

Squilibrato ha detto...

Nelle risposte provvisorie delle provvisorie controfigure di anime di passaggio, non c'è nulla di male. Ma c'è una sostanziale differenza tra le risposte provvisorie oneste e quelle provvisorie subdole e disoneste, pesate al chilo come fossero frutta marcia da banco, lanciate con l'idea che chi le riceve sia squilibrato. E forse lo è.