_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

12 maggio 2016

MACROBAZIA


Capogiri. A volte la scena si fa più stabile, ma attenzione ai movimenti bruschi! Mi basta sedermi o alzarmi troppo rapidamente, girare di colpo la testa e subito riparte la giostra. Sono un asse malfermo intorno a cui ruota il mondo circostante, come un giroscopio che volteggia dall'interno, mantenendo la scena stabile. Certo, fioccano lamentele, ma dentro me penso: "Grazie per avermi distratto dalla stupida fine del mondo!". Dai!

4 commenti:

Lunaria Biennis ha detto...

La giostra si ferma. Il mondo gira e Tu con esso e la vita continua. Per la fine preferisco aspettare e godermi ciò che accadrà fino all'ultimo istante. Un abbraccio!

Lunaria Biennis ha detto...

La giostra si ferma. Il mondo gira e Tu con esso e la vita continua. Per la fine preferisco aspettare e godermi ciò che accadrà fino all'ultimo istante. Un abbraccio!

Arcal ha detto...

Je t'aime.

Lorenzo ha detto...

Càpita anche a me. Forse non siamo sincronizzati col movimento di rotazione della terra. Personalmente mi stupisco di non essere ancora precipitato nel vuoto. Secondo me, la forza di gravità è una bufala.